italiano english deutsch français español pусский язык
 
wdyn_images/209815_137387456164.jpg

Home > News & Articoli > News > Automazioni per la produzione di veneziane a 'Z': la gamma completa

Automazioni per la produzione di veneziane a 'Z': la gamma completa

08/08/2013

Automazioni per la produzione di veneziane a 'Z': la gamma completa

news1

news1Le veneziane per esterni sono un settore in continuo sviluppo e molto promettente: la produzione di un telo di veneziana pronto da installare, tuttavia, richiede normalmente un monte lavoro considerevole, principalmente per le operazioni di assemblaggio delle lamelle applicazione dei ganci e dei perni di testa.

Dallan ® per venire incontro alle richieste dei propri clienti ha sviluppato una gamma completa di automazioni per veneziane, dalla semplice veneziana piana o a “C” fino alla veneziana a “Z”, che richiede numerosi step di lavorazione. In questo articolo, approfondiamo i tre sistemi di lavorazione maggiormente richiesti per la lavorazione della veneziana a “Z”.

Innanzitutto la lavorazione di questa veneziana richiede i seguenti processi:

  • Produzione della lamella con relative lavorazioni
  • Applicazione perni di testa
  • Applicazione ganci laterali
  • Applicazione della semi scaletta al gancio

Il primo sistema di lavorazione, adatto a quantitativi contenuti, è il sistema in linea integrato start-stop (foto). In questa macchina il profilo si muove in avanti attraverso la profilatrice e viene accompagnato nelle diverse fasi di formazione: profilatura, esecuzione delle forature secondo schemi programmabili, applicazione dei ganci laterali e applicazione dei perni di testa. Alla fine, tutti i profili del telo di veneziana sono impilati uno sull’altro e l’operatore può eseguire l’applicazione della semi scaletta, unica operazione a lui richiesta. Questo sistema produce circa 20mq/h di finestrature.

Il secondo sistema è il sistema in linea integrato con cesoia volante e magazzini intermedi a buffer. Questo sistema è adatto a quantitativi elevati e per quelle aziende che desiderano il massimo dell’automazione. La profilatrice è dotata di taglio volante, in modo da non dover arrestare la profilatura ad ogni operazione. Il profilo in questo caso, una volta realizzato dalla profilatrice, viene trasportato alla successiva stazione di inserimento perni di testa da un nastro trasportatore che funge da magazzino. Infine il profilo viene avviato ad una terza macchina che provvede simultaneamente all’applicazione dei ganci laterali e alla loro chiusura sulla semi scaletta. Un robot di palletizzazione trasporta infine il pacco già formato ad un nastro trasversale di deposito. Disaccoppiando i processi, questo sistema permette di raggiungere una elevata produttività eliminando i colli di bottiglia.

Il terzo sistema è infine il sistema definito disaccoppiato a macchine indipendenti. La profilatrice, il sistema di applicazione perni di testa e la macchina che applica i ganci e la semi scaletta sono in questo caso macchine completamente indipendenti. Poste all’interno della stessa area produttiva, le macchine svolgono i seguenti compiti:

  • la profilatrice è dedicata alla produzione dei pacchi di lamelle alla massima velocità.
  • La macchina di applicazione perni lavora sui pacchi già formati: preleva le lamelle, applica i perni (con saldatura ad ultrasuoni o con clinciatura) e le impila nuovamente
  • La macchina di applicazione ganci e semi scaletta lavora a partire da un pacco già formato e completo di perni di testa: preleva le lamelle, applica i ganci e la semi scaletta e porge all’operatore il pacco completo di perni, ganci e già infilato.­

Il vantaggio di questo terzo sistema è l’elevatissima flessibilità e produttività; inoltre è estremamente flessibile in quanto le tre macchine si possono adattare a qualunque layout di azienda, sono indipendenti e questo assicura la continuità di produzione.

 

Clicca qui per richiedere il video delle nuove macchine >>

Placed at the end of the document so the pages load faster